Le tre fasi del percorso di formazione

Trasformare le situazioni esistenti in quelle desiderate è l'obiettivo di ogni processo formativo. Per questo ogni intervento di formazione è un percorso di ricerca e azione che inizia con l'analisi dei fabbisogni, cui seguono i momenti della gestione e del monitoraggio.

I tre aspetti principali che caratterizzano il nostro approccio sono:

  • L’analisi dei bisogni
  • La progettazione della formazione,
  • La reportistica per la verifica dei risultati

Spaziare tra vari approcci e metodi può nascondere delle insidie se non si adottano strumenti/procedure strutturati e ben definiti, capaci di identificare tra i tanti metodi disponibili, quelli più indicati a soddisfare i bisogni/obiettivi di un determinato soggetto e realtà aziendale.

È necessario saper “mescolare” i metodi (action learning, mastery learning, direct learning, ecc.) con le tipologie di erogazione (aula, distance learning, corsi a cadenza settimanale, workshop, coaching), perché siano relazionati gli uni agli altri seguendo una linea armonica, continuativa ed efficace.

Per questo motivo è per noi fondamentale adottare strumenti e procedure capaci di supportare l’individuazione della formula più adatta a soddisfare le esigenze del cliente:

  • Survey di analisi del fabbisogno (fabbisogno linguistico sempre correlato al contesto lavorativo)
  • Modelli di progettazione (staff esclusivamente dedicato alla progettazione, utilizzo di più metodologie di apprendimento)
  • Sistemi di misurazione dell’efficacia (ispezioni di quality control sugli insegnanti, test sia scritti che orali, survey di soddisfazione)
  • Modelli di Reportistica fortemente personalizzabili capaci di rispondere a qualsiasi esigenza
  • Misurazione dell’Outcome della formazione

Il modello formativo di Inventa Wide vede come principale fattore chiave la capacità di progettare percorsi altamente personalizzati secondo il principio che ciò che è standard (metodo, percorso, tipologia di erogazione) va contro i principi che determinano l’efficacia.

L’analisi dei bisogni è un punto cardine perché, solo avendo un’idea precisa di chi sono le persone in formazione, della motivazione che li spinge ad imparare una lingua, di quali sono le loro aspettative e le loro difficoltà (in termini di apprendimento, di tempo a disposizione, di carico di lavoro), è possibile individuare precisamente quale sia il metodo di apprendimento più efficace, quale tipo di programma e di contenuti, quali gli obiettivi da prefissare per il miglioramento della performance.

Contact Us

Contattateci, vi risponderemo quanto prima

Non leggibile? Cambia testo.

scrivi e premi Invio per cercare